Buon giorno me presento

pasquinopiazzapasquinoroma01.jpg 

so’ Pasquino, dicheno che fossi ‘n carzolaro
ma de sta storia nun m’arricordo gnente
fossi che fossi nun è poi importante
quello che conta è che fossi impenitente,
già che ce so’ fo na precisazione
per mettere le cose bene in chiaro
sono furbetto ma pure so’ cojone
ma di certo nun son perecottaro.
Risorgo qui seduto sopra a ‘n vaso
senza sapè perché ne pure dirvi come
di dentro al corpo d’un certo polentone
mentre cor dito se scaccola ner naso.
Certo che sarà dura a sto porello
abituato a parlare in meneghino
sentisse rintronare in der cervello
uno che je sta a rimà ‘n romano.
Son giunto qui a portavve un po’ d’amore
a forza de cazzotti in de li denti
sarò ‘mparziale e a tutti i contendenti
già dar mattino e sin ch’er giorno more
distribuirò sia gli insulti che le offese
e starò attento a far tutto paro paro
s
ia che se tratti de debiti e contese
sia che se tratti de utili o denaro
tanto poi annamo tutti a fa le spese
là dove stà er bottegaro mio vicino
no, nun fa er fruttarolo, fa er becchino

                          pasquino


 

Buon giorno me presentoultima modifica: 2009-09-29T23:45:00+00:00da pasquino.xxl
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Buon giorno me presento

  1. ahahahahah! bellissima la parte delle rime in romano che “rintronano” nella testa e ancora l’idea di portare un po’ d’amore a forza di cazzotti in de li denti.
    Magari il romanesco non sarà d.o.c., ma l’idea di sicuro lo è! 🙂

Lascia un commento